Logo stampa
800 185 075 800 185 075

Discarica per Rifiuti Non Pericolosi di Voltana, Lugo

Via Traversagno 30, Voltana di Lugo (RA)

  • 1 / 1   Dettaglio di discarica

La discarica si trova a Voltana di Lugo (RA) e fa parte del Centro Integrato dei Rifiuti di Lugo, che comprende anche l'impianto di selezione della frazione secca degli RSU gestito da Akron S.p.A. (società controllata di Herambiente S.p.A.) e l’impianto di compostaggio sempre gestito da Herambiente.

Pagina aggiornata al 4 gennaio 2017

 
    Tipo discarica
    rifiuti Solidi Urbani e Rifiuti Speciali non pericolosi
    Operatività
    La discarica è in gestione operativa con esaurimento dei volumi avvenuto nel 2015
    Saturazione prevista
    2015
    Prescrizioni su quantità di conferimento
    max 250.000 t di rifiuti a smaltimento e 50.000 t di rifiuti a recupero
    Volume utile complessivo
    760.000 m³ di cui 250.000 m³ in sopraelevazione
    Tipologia di coltivazione
    strati di spessore 4 metri

    Durante la gestione operativa i rifiuti venivano compattati e ricoperti con terra, frazione organica stabilizzata, telo ignifugo impermeabile.

    Le acque di falda sono protette da uno specifico impianto di raccolta e gestione del percolato, costituito da uno strato drenante in sabbia (50 cm) percorso da una rete di drenaggio di tubi forati posti lateralmente a spina di pesce e collegati a un collettore centrale che convoglia il percolato a quattro pozzetti di raccolta/sollevamento e successivamente, tramite quattro pompe di estrazione, il percolato estratto dal corpo della discarica è stoccato in apposita vasca prima del trasferimento con autobotti all'impianto di trattamento autorizzato.

    Il biogas prodotto dalla discarica è prelevato da un sistema di captazione costituito da pozzi di drenaggio, che attraverso una specifica rete di adduzione lo convoglia alla centrale di aspirazione ed infine avviato alla combustione in torcia ad alta temperatura.

    Strato minerale compattato corrispondente al primo livello di tenuta costituito da materiale argilloso, secondo livello di tenuta idraulica costituito da materassino bentonitico, telo in HDPE dello spessore di 2 mm a protezione dei due precedenti livelli, strato drenante di sabbia (drenaggio di fondo del percolato).

    Per la copertura definitiva del piano sommitale sono previsti strato di regolarizzazione, drenaggio del biogas, strato impermeabilizzante di argilla, drenaggio delle acque, strato superficiale di terreno vegetale.

    Per la copertura definitiva delle scarpate al posto degli strati drenanti in ghiaia saranno utilizzati geomembrane e al posto delle strato di argilla un geocomposito bentonitico avente la funzione di barriera di impermeabilizzazione (tutti i geocompositi sopracitati dovranno presentare caratteristiche assolutamente equivalenti a quanto previsto dal D.lgs. 36/2003 in relazione ai rispettivi strati funzionali)

    Le matrici ambientali e le emissioni monitorate quale sorveglianza ambientale sui potenziali impatti della gestione operativa della discarica sono:

    • acque meteoriche di dilavamento superficiale;
    • acque di falda;
    • acque superficiali (corpi recettori);
    • percolato;
    • particolato atmosferico;
    • monitoraggio composizione biogas;
    • emissioni diffuse dal corpo discarica;
    • qualità dell'aria (Sostanze odorigene).
    • Monitoraggi dell'esplosività sulla rete di gestione del percolato
    • Monitoraggio rumore
Mappa
Condividi