Logo stampa
800 185 075 800 185 075

Forno FIS Ravenna

Situato all'interno del Centro Ecologico Baiona, Via Baiona Ravenna

  • 1 / 1   Dettaglio di Impianto per rifiuti industriali

L’impianto, situato a Ravenna, all’interno del Centro Ecologico Baiona, è destinato alla combustione di sfiati gassosi non clorurati, provenienti dagli impianti di produzione del Comprensorio Chimico Industriale di Ravenna.

L’impianto è stato realizzato nell'ambito del Protocollo d'Intesa del 22.04.1997 fra Comune, Provincia e società insediate nel Comprensorio Chimico Industriale di Ravenna per la riduzione del flusso di VOC emessi nell’atmosfera tramite l'incenerimento in torcia degli sfiati gassosi.

Pagina aggiornata al 1 luglio 2015

 
    Numero linee di combustione
    1
    Tecnologia di combustione
    camera di combustione verticale
    Capacità di smaltimento sfiati
    circa 60 t/g
    Funzionamento
    circa 8.400 h/anno
    Rifiuti ammessi
    gassosi (sfiati) non contenenti alogeni

    L'impianto d'incenerimento sfiati è costituito da una camera di combustione verticale, rivestita in materiale refrattario, autoportante, alimentata da un bruciatore in cui vengono convogliati i gas da trattare.

    1 - Ricezione.
    Gli effluenti gassosi da trattare, provenienti dall'adiacente distretto petrolchimico, sono presi in carico al limite di batteria del Centro Ecologico e convogliati ad una guardia idraulica sotto battente idraulico.

    La guardia idraulica ha la duplice funzione di raccogliere eventuali trascinamenti di condensati ed evitare ritorni di fiamma verso il circuito di torcia. Dalla guardia idraulica gli sfiati sono alimentati al bruciatore della camera di combustione attraverso 2 soffianti di rilancio.

    2 - Combustione.

    I fumi in uscita dalla camera di combustione ad una temperatura variabile tra gli 850°C e i 1000°C, a seconda delle condizioni di marcia del forno, vengono evacuati mediante un camino refrattariato posto sulla sommità della camera e collegato ad essa mediante un opportuno cono di raccordo. Il camino, di tipo autoportante, ha una lunghezza di circa 14 metri che garantisce l'emissione dei fumi ad una quota di 30 metri dal suolo. Sul camino sono presenti alcune prese di aria per raffreddare i fumi fino ad una temperatura variabile tra i 600-750°C.

    3 - Depurazione fumi.

    La corrente gassosa prodotta dalla combustione, costituita da CO2, H2O e azoto è scaricata direttamente nell'atmosfera ad una temperatura minima di 600°C.

    I gas emessi in atmosfera sono monitorati attraverso un Sistema di analisi in continuo (SME) secondo quanto previsto dalla normativa vigente e dall'autorizzazione integrata ambientale. I parametri analizzati in continuo sono CO, COT e Nox. Il piano di monitoraggio applicato è stato approvato nell'ambito della vigente autorizzazione integrata ambientale.

Mappa
Condividi