Logo stampa
array (
  'lang' => '1',
  'id' => '4',
  'indirizzo_non_trovato' => '1',
  't' => 'selezione_recupero',
  'path' => '/impianti/selezione_recupero/',
)

Impianto di selezione di Ravenna

S.S. 309 Romea km 2,6, Ravenna

  • 1 / 4   Foto aerea dell'Impianto di selezione di Ravenna
  • 2 / 4   Interno dell'Impianto di selezione di Ravenna
  • 3 / 4   Dettaglio dell'Impianto di selezione di Ravenna
  • 4 / 4   Dettaglio dell'Impianto di selezione di Ravenna

L’impianto si trova al km 2,6  della S.S. 309 Romea, a Ravenna ed è costituito da tre linee di separazione automatica secco/umido del rifiuto solido urbano.

Ciascuna delle tre linee è articolata su due sezioni successive di triturazione e vagliatura, seguite da una sezione comune di separazione magnetica dei materiali ferrosi. prodotti in proprio.

Pagina aggiornata all'1 gennaio 2020

 
 
    IMPIANTO TRATTAMENTO MECCANICO RSU
    Numero linee di trattamento
    3 linee DI separazione secco-umido
    Capacità autorizzata di smaltimento rifiuti (D13)
    60.000 tonnellate annue
    Tipologia rifiuti ammessi
    rifiuti solidi urbani
    Tipologia rifiuti prodotti
    • frazione secca (destinata alla discarica per rifiuti non pericolosi di Ravenna)
    • frazione umida (destinata all’impianto di trattamento biologico di Imola)
    • frazione ferrosa (destinata a recupero)

    Compatibilità ambientale nel rispetto della normativa vigente (D.lgs. 152/06)

    L'impianto è costituito da tre linee di lavorazione mediante fasi successive di triturazione, vagliatura e separazione magnetica dei materiali ferrosi.

    1 - Ricezione e stoccaggio rifiuti.
    I rifiuti in arrivo all'impianto vengono scaricati nella fossa di stoccaggio, prelevati dal carroponte con benna a polipo ed alimentati alle linee di trattamento meccanico.

    2 - Triturazione.

    La fase di triturazione effettua una riduzione della pezzatura del rifiuto, per renderlo idoneo alla successiva fase di vagliatura.

    3 - Generazione di vapore.

    Nella fase di vagliatura il rifiuto triturato viene separato in: una frazione fine di matrice prevalentemente organica (sovvallo umido) destinata alla biostabilizzazione in impianto esterno ed una frazione più grossolana (sovvallo secco) destinata alla successiva deferrizzazione.

    4 - Deferrizzazione.

    Un separatore magnetico estrae i materiali ferrosi dal sovvallo secco per il successivo invio a recupero. Il sovvallo secco deferrizzato viene destinato a discarica.

Mappa
Condividi