Logo stampa
800 185 075 800 185 075
NOTIZIE

Il progetto regionale Biodigestori del Gruppo Hera

Biodigestore

Chiudere la filiera della raccolta differenziata dell'organico e accelerare sugli obiettivi di raccolta differenziata e produzione di compost ed energia rinnovabile. Sono questi gli obiettivi del "Progetto Biodigestori" del Gruppo Hera, entrato nella sua fase operativa con l'inizio del 2012 e che prevede la realizzazione di un impianto di biodigestione anaerobica in ognuna delle province in cui la multiutility gestisce il ciclo rifiuti. Cinque impianti in tutto: Modena, Ostellato (FE), Sant'Agata Bolognese (BO), Voltana (RA) e Rimini, in cui grazie ad una fermentazione in assenza di aria che simula la digestione di una mucca, i rifiuti organici domestici provenienti da raccolta differenziata si trasformano in compost di qualità ed energia elettrica, attraverso la produzione di biogas. I 5 biodigestori si andranno ad aggiungere a quello già esistente di Cesena (denominato Romagna Compost), il primo del genere realizzato in Italia e sempre gestito dal Gruppo Hera.

Negli ultimi giorni del 2011 sono arrivate le autorizzazioni per la realizzazione dei biodigestori di Rimini e Voltana (RA), che andranno ad integrare gli impianti di compostaggio già esistenti. I cantieri dunque apriranno già nelle prossime settimane con l'obiettivo di rendere operative le strutture entro la fine dell'anno. Sempre nel corso del 2012 si dovrebbe invece concludere l'iter autorizzativo anche per gli altri siti, la cui realizzazione avverrà dunque a partire dal 2013.

L'intero progetto comporterà per il Gruppo Hera un investimento complessivo di oltre 40 milioni di euro e doterà il territorio di una produzione potenziale di energia elettrica rinnovabile pari a oltre 32 milioni di KWh annui (circa 6,5 milioni di KWh per impianto). In termini pratici, ciò significherà soddisfare il fabbisogno energetico annuo di circa 12.000 famiglie (considerando un consumo medio a famiglia di circa 2.700 KWh), risparmiando l'emissione in atmosfera di 17.000 ton. di CO2.

Presso ciascun biodigestore saranno trattati i rifiuti organici da differenziata raccolti da Hera nei territori di riferimento. Una volta giunti nel sito, i rifiuti organici triturati stazionano in una serie di locali chiusi (simili a grandi garage). Qui, grazie ad un processo di fermentazione a secco (batch dry fermentation), i batteri metanigeni, uguali a quelli presenti nello stomaco delle mucche, compiono il processo di digestione producendo gas a base di metano, il quale alimenta i motori da cui viene generata l'energia elettrica. Altro vantaggio del processo è la completa assenza di odori. I batteri anaerobici, infatti, agendo in totale assenza di ossigeno, sono capaci di demolire tutte le sostanze che causano cattivi odori per trasformarle in bio gas. Al termine della digestione il materiale è avviato a una fase di compostaggio che ne consente l'utilizzo finale come compost certificato per agricoltura biologica.

Il Progetto Biodigestori assume particolare valenza anche considerando che l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, riconoscendo l'importanza dell'energia per lo sviluppo sostenibile, ha designato il 2012 come "Anno Internazionale dell'energia sostenibile per tutti". Obiettivo dell'ONU è la sensibilizzazione riguardo l'importanza di aumentare le opportunità di accesso all'energia sostenibile, all'efficienza energetica e alle fonti di energia rinnovabile a livello locale, nazionale e internazionale.

 
array (
  'REF' => '3',
  'system_created' => '2012-04-18 11:32:39',
  'system_modified' => '2014-11-04 18:09:24',
  'system_created_user' => 'Michele Marsigli',
  'system_modified_user' => 'cristina gravina',
  'system_status' => '1',
  'data' => '2012-01-17 00:00:00',
  'immagine' => '0',
  'ordinamento' => '4',
  'testo_multi_it' => 
  array (
    0 => 
    array (
      'id' => '1',
      'lang' => 'en',
      'value' => '

Chiudere la filiera della raccolta differenziata dell\'organico e accelerare sugli obiettivi di raccolta differenziata e produzione di compost ed energia rinnovabile. Sono questi gli obiettivi del "Progetto Biodigestori" del Gruppo Hera, entrato nella sua fase operativa con l\'inizio del 2012 e che prevede la realizzazione di un impianto di biodigestione anaerobica in ognuna delle province in cui la multiutility gestisce il ciclo rifiuti. Cinque impianti in tutto: Modena, Ostellato (FE), Sant\'Agata Bolognese (BO), Voltana (RA) e Rimini, in cui grazie ad una fermentazione in assenza di aria che simula la digestione di una mucca, i rifiuti organici domestici provenienti da raccolta differenziata si trasformano in compost di qualità ed energia elettrica, attraverso la produzione di biogas. I 5 biodigestori si andranno ad aggiungere a quello già esistente di Cesena (denominato Romagna Compost), il primo del genere realizzato in Italia e sempre gestito dal Gruppo Hera.

Negli ultimi giorni del 2011 sono arrivate le autorizzazioni per la realizzazione dei biodigestori di Rimini e Voltana (RA), che andranno ad integrare gli impianti di compostaggio già esistenti. I cantieri dunque apriranno già nelle prossime settimane con l\'obiettivo di rendere operative le strutture entro la fine dell\'anno. Sempre nel corso del 2012 si dovrebbe invece concludere l\'iter autorizzativo anche per gli altri siti, la cui realizzazione avverrà dunque a partire dal 2013.

L\'intero progetto comporterà per il Gruppo Hera un investimento complessivo di oltre 40 milioni di euro e doterà il territorio di una produzione potenziale di energia elettrica rinnovabile pari a oltre 32 milioni di KWh annui (circa 6,5 milioni di KWh per impianto). In termini pratici, ciò significherà soddisfare il fabbisogno energetico annuo di circa 12.000 famiglie (considerando un consumo medio a famiglia di circa 2.700 KWh), risparmiando l\'emissione in atmosfera di 17.000 ton. di CO2.

Presso ciascun biodigestore saranno trattati i rifiuti organici da differenziata raccolti da Hera nei territori di riferimento. Una volta giunti nel sito, i rifiuti organici triturati stazionano in una serie di locali chiusi (simili a grandi garage). Qui, grazie ad un processo di fermentazione a secco (batch dry fermentation), i batteri metanigeni, uguali a quelli presenti nello stomaco delle mucche, compiono il processo di digestione producendo gas a base di metano, il quale alimenta i motori da cui viene generata l\'energia elettrica. Altro vantaggio del processo è la completa assenza di odori. I batteri anaerobici, infatti, agendo in totale assenza di ossigeno, sono capaci di demolire tutte le sostanze che causano cattivi odori per trasformarle in bio gas. Al termine della digestione il materiale è avviato a una fase di compostaggio che ne consente l\'utilizzo finale come compost certificato per agricoltura biologica.

Il Progetto Biodigestori assume particolare valenza anche considerando che l\'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, riconoscendo l\'importanza dell\'energia per lo sviluppo sostenibile, ha designato il 2012 come "Anno Internazionale dell\'energia sostenibile per tutti". Obiettivo dell\'ONU è la sensibilizzazione riguardo l\'importanza di aumentare le opportunità di accesso all\'energia sostenibile, all\'efficienza energetica e alle fonti di energia rinnovabile a livello locale, nazionale e internazionale.

', 'img' => '6793', 'alt' => 'Biodigestore', 'didascalia' => '', 'link' => '', 'border' => '1', 'align' => 'left', ), ), 'titolo_it' => 'Il progetto regionale Biodigestori del Gruppo Hera', 'sottotitolo_it' => '

Energia elettrica rinnovabile e compost dai rifiuti organici

', 'data_scadenza' => '2012-04-18 00:00:00', 'nascosta' => '0', 'commento_link' => NULL, 'titolo_link_it' => '', 'commento_allegati' => NULL, 'titolo_allegati_it' => '', 'commento_correlate' => NULL, 'commento_testi' => NULL, 'commento_intestazione' => NULL, 'commento_generali2' => '', 'titolo_en' => 'Hera Group\'s regional biodigestor plant project ', 'sottotitolo_en' => '

Renewable energy and compost from organic waste

', 'testo_multi_en' => array ( 0 => array ( 'id' => '1', 'lang' => 'en', 'value' => '

To complete the chain of separated collection of organic waste and make progress on achieving the targets of separated collection and compost and renewable energy production: these are the targets of Hera Group\'s “Biodigestor Plant Project”, which began its operational phase in early 2012 and aims to build one anaerobic biodigestor plant in each province in which the multiutility company manages the waste cycle. Five plants will be built in total: Modena, Ostellato (FE), Sant\'Agata Bolognese (BO), Voltana (RA) and Rimini, in which, thanks to an airless fermentation process that simulates the digestive system of a cow, domestic organic waste resulting from separated collection can be transformed into high-quality compost and electricity via the production of biogas. The five biodigestor plants will be added to the existing one in Cesena (named Romagna Compost), the first of its kind in Italy, which is also operated by Hera Group.

The last few days of 2011 saw the issuance of the authorisations needed to construct the biodigestor plants at Rimini and Voltana (RA), which will supplement the existing composting plants. The construction work will therefore begin in the coming weeks, with a view to making the plants operational by the end of the year. This year should also see the completion of the authorisation process for the other sites, with work due to begin in 2013.

The project as a whole will involve total investment of over Euro 40 million for Hera Group, bringing the region\'s capacity for renewable-energy generation to more than 32 million KWh per year (around 6.5 million KWh per plant). In practical terms, this will mean meeting the annual energy needs of around 12,000 households (based on an average consumption per household of around 2,700 KWh), saving 17,000 tonnes of CO2 emissions.

Each biodigestor plant will treat organic waste resulting from separated collection by Hera in the relevant areas. Once it has reached the site, the ground-down organic waste is left in closed premises (like large garages). Here, via batch dry fermentation, methanogenic bacteria similar to those found in a cow\'s stomach carry out the digestion process, producing a methane-based gas which fuels engines that generate electricity. Another advantage of the process is the total absence of odours. By acting in the absence of oxygen, anaerobic bacteria can destroy all the substances that cause unpleasant odours and transform them into biogas. When the digestion process is complete, the material undergoes a composting phase so that it can ultimately be used as certified compost for organic farming.

The biodigestor plant project is particularly significant in light of the fact that the General Assembly of the United Nations, acknowledging the importance of energy for sustainable development, has designated 2012 the “International Year of Sustainable Energy for All”. The UN aims to raise awareness about the importance of increasing opportunities to access sustainable energy, energy efficiency and renewable energy sources at the local, national and international level.

', 'img' => '6793', 'alt' => 'Biodigestor', 'didascalia' => '', 'link' => '', 'border' => '1', 'align' => 'left', ), ), 'titolo_link_en' => '', 'titolo_allegati_en' => '', 'titolo_correlate_en' => '', 'immagine_alt_it' => '', 'immagine_alt_en' => '', 'allegato_multi_it' => array ( 0 => array ( 'id' => '1', 'lang' => '', 'img' => '', 'imgalt' => '', 'imglink' => '', 'didascalia' => '', 'border' => '1', 'align' => 'left', 'value' => '/binary/hera_herambiente/primo_piano/20110117_Biodigestori_reg.1334741872.pdf', 'alt' => 'Comunicato stampa', 'nuova_finestra' => '0', ), ), 'allegato_multi_en' => array ( 0 => array ( 'id' => '1', 'lang' => '', 'img' => '', 'imgalt' => '', 'imglink' => '', 'didascalia' => '', 'border' => '1', 'align' => 'left', 'value' => '/binary/hera_herambiente/primo_piano/20110117_Biodigestori_reg.1334741872.pdf', 'alt' => 'Press release', 'nuova_finestra' => '0', ), ), 'pr_video' => array ( 0 => array ( 'id' => '1', 'lang' => 'en', 'value' => '31', ), 1 => array ( 'id' => '2', 'lang' => 'it', 'value' => '32', ), ), 'immagine_r13' => '', 'immagine_r13_alt_it' => '', 'immagine_r13_alt_en' => '', 'immagine_r13o' => '', 'immagine_r13o_alt_it' => '', 'immagine_r13o_alt_en' => '', 'immagine_r13v' => '', 'immagine_r13v_alt_it' => '', 'immagine_r13v_alt_en' => '', 'testo_title_it' => NULL, 'testo_title_en' => NULL, 'testo_description_it' => NULL, 'testo_description_en' => NULL, 'keywords_pagina_it' => NULL, 'keywords_pagina_en' => NULL, 'niceurl_it' => NULL, 'niceurl_en' => NULL, 'datax' => '1326754800', 'database_name' => 'hera_herambiente_r15', )

Condividi