Logo stampa
800 185 075 800 185 075
NOTIZIE

Inaugurato l'impianto Akron di Granarolo (BO)

foto inaugurazione

Incrementare ulteriormente il recupero dei materiali provenienti dalla raccolta differenziata in qualità e quantità, migliorando al contempo le condizioni di lavoro degli addetti alla selezione dei rifiuti. Sono questi gli obiettivi della nuova piattaforma di selezione rifiuti Akron a Granarolo dell'Emilia, inaugurata alla presenza diTomaso Tommasi di Vignano (Presidente di Hera S.p.A.),Loretta Lambertini (Sindaco del Comune di Granarolo dell'Emilia), Emanuele Burgin (Assessore Ambiente Provincia di Bologna) e di Virginio Merola (Sindaco del Comune di Bologna).

L'impianto, completamente nuovo, grazie a una capacità autorizzata di 100.000 ton./anno, costituisce l'infrastruttura indispensabile per consentire il trattamento della raccolta differenziata bolognese, destinata ad aumentare sensibilmente i propri volumi già nella seconda parte del 2014, grazie all'avvio dell'ambizioso progetto di Comune e Hera sul centro storico della città.

Le caratteristiche dell'impianto
Il complesso industriale è realizzato su un'area di circa 13.000 m² e prevede nello specifico due linee di selezione rifiuti: una di trattamento plastica, multi-materiale e rifiuti cartacei e una specifica per i rifiuti cartacei. Al loro servizio sono presenti anche due linee di riduzione volumetrica (presse imballatrici) che potranno essere utilizzate anche per la riduzione volumetrica diretta dei rifiuti che richiedono solamente una controllo qualità prima della pressatura finale.

Una dotazione tecnologica unica in Italia: lettori ottici e separatore balistico
Grazie all'investimento di complessivi 11 milioni di euro, l'impianto di Granarolo presenta oggi un livello tecnologico assolutamente unico in Italia. Le linee, ad esempio, sono dotate di lettura ottica dei materiali trattati. Grazie all'azione combinata di due differenti spettrometri che riconoscono i materiali in base a luce riflessa e caratteristiche cromatiche, lo smistamento avviene automaticamente, ad una velocità 3 volte superiore rispetto alle linee con selezione classica. In questo modo è possibile avere una capacità di trattamento variabile dalle 8 alle 15 tonnellate ogni ora, in base al tipo di materiale.

Tommasi: "impegno continuo del Gruppo Hera nel ciclo integrato dei rifiuti""L'impianto di Granarolo dell'Emilia rappresenta bene la propensione di Hera all'innovazione continua lungo tutta la filiera dell'ambiente, nella massima trasparenza verso il territorio servito", spiega Tomaso Tommasi di Vignano, Presidente Hera. "E' questa attitudine, unita alla ricca dotazione impiantistica, a renderci leader nazionali e a proporci fra i benchmark europei del settore. L'investimento, di grande rilievo tecnico, s'inserisce dunque nel più ampio impegno dispiegato per rendere il ciclo integrato dei rifiuti nel nostro territorio sempre più capace di migliorare la qualità della vita dei cittadini e la competitività delle nostre imprese".

Montanari: "Akron, realtà unica in Italia"
"Con Granarolo dell'Emilia, si chiude un ciclo di investimenti che pone Akron come una realtà assolutamente unica nel panorama del settore della selezione rifiuti in Italia", afferma Nicodemo Montanari, Presidente Akron. "La dotazione tecnologica raggiunta e il know-how acquisito in questi anni, ci consentono di garantire una qualità e quantità di rifiuti selezionati, una continuità operativa e una qualità del lavoro dei nostri lavoratori, assolutamente non paragonabili a qualunque altra realtà del settore del Paese".

 
Condividi