Logo stampa
FOCUS

Il Gruppo Hera stupisce a Ecomondo

EVENTI

 

Il sistema di Global Waste Management e uno stand realizzato al 100% con materiale di recupero contribuiscono a un’altra partecipazione di successo ad Ecomondo.

 

 
Il Gruppo Hera stupisce a Ecomondo
 

 

Durante la fiera Ecomondo 2017, il Gruppo Hera espone le opportunità di efficienza energetica e ottimizzazione dei processi. Per la prima volta con Herambiente e Waste Recycling, c’è anche Aliplast.

Il Global Waste Management

Per il Gruppo Hera la Fiera Ecomondo di Rimini è un appuntamento imprescindibile. Allo Stand 120 del Padiglione C1, l’Azienda ha fatto conoscere il sistema Global Waste Management, un piano che offre soluzioni personalizzate per l’efficienza energetica, la gestione dei rifiuti e il loro trattamento finale in uno dei 91 impianti a disposizione. Questo processo prevede anche l’individuazione di soluzioni per ottimizzare i processi interni delle aziende clienti per ridurre le spese, i tempi e l’impegno che una gestione integrata dei rifiuti richiede.

Il Gruppo Hera è da tempo focalizzato per favorire la transizione delle imprese verso un modello di economia circolare e lo testimonia la sua recente ammissione nel programma CE100 della Fondazione Ellen MacArthur, una delle charity più importanti al mondo e che coinvolge solo le aziende internazionali più virtuose della circular economy.
Durante la fiera, il Presidente Esecutivo Tomaso Tommasi di Vignano ha voluto sottolineare il grande impegno del Gruppo: "Siamo la più grande azienda in Italia nel trattamento dei rifiuti industriali, sia per volumi sia per numero di clienti, e questo richiede da parte nostra la capacità di evolvere in uno scenario in continua trasformazione proponendo servizi e soluzioni sempre nuovi e all’avanguardia. Abbiamo lavorato e stiamo lavorando in questa direzione anche attraverso l’integrazione di know-how, lo sviluppo di relazioni commerciali e la crescita continua dei nostri asset, per continuare a giocare un ruolo di primo piano, al servizio dei nostri clienti e dell’ambiente".
Ad apprezzare il lavoro svolto sono intervenuti anche il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, il Sindaco di Santa Croce sull'Arno Giulia Deidda e il Sindaco di Castelfranco di Sotto Gabriele Toti.

Effettivamente, per tutti i visitatori è stata un’opportunità poter visitare lo stand del Gruppo Hera: 300 metri quadrati realizzati al 100% con materiale di recupero.

Lo Stand dai sani principi

Una vera opera d’arte che rispecchia a pieno l’idea dell’economia circolare. Lo Stand del Gruppo Hera è stato realizzato da SCART, capace di concretizzare con le proprie opere e installazioni il concetto di riuso.
Il progetto SCART è nato oltre 18 anni fa e oggi è un marchio registrato riconosciuto per i progetti artistici sostenibili che realizza, 100% frutto del riciclo, grazie anche alla collaborazione con i docenti e gli studenti delle Accademie di Belle Arti.
Lo spazio che SCART ha realizzato per il Gruppo Hera è riuscito a bilanciare il senso estetico con i principi dell’economia circolare, lasciando ai visitatori l’occasione di vivere un’esperienza unica.
Lo Stand è animato da sculture di uomini e donne d’affari ad altezza naturale realizzati con i materiali trovati nello stoccaggio di Waste Recycling. Chi sono queste persone? La riproduzione dei tanti visitatori che hanno animato la fiera di Ecomondo.
Ogni scultura è unica nel suo genere perché è unico il materiale con cui è stata creata, così come l’espressività che gli autori hanno voluto dare alla loro opera.
Tutta la struttura e i personaggi che l’animano sono state pensate per lanciare un chiaro messaggio ai visitatori: una forma ripetuta può essere interpretata in infiniti modi grazie al potere del riuso.

Il primo Ecomondo di Aliplast

Tra le sculture realizzate da SCART, due provengono dai materiali riciclati di Aliplast, l’ultimo ingresso nel Gruppo Hera ed eccellenza nel riciclo della plastica. Dalla loro trasformazione sono stati creati un uomo ricoperto con film estensibile e una donna con scaglie di plastica rigenerata.
Le recenti acquisizioni nell’area ambiente, incluso il ramo impianti della pisana Teseco nel gennaio 2017, permettono a Herambiente di offrire un set completo di servizi e soluzioni efficienti, ma anche di accelerare il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità previsti per il 2020.
In questo contesto rientra anche il progetto biometano dell’impianto di Sant’Agata Bolognese, pronto a iniziare la sua avventura nel 2018.
Una svolta che risponde alle direttive contenute nel pacchetto “Clean Energy For All” della Commissione Europea sul fronte dell’efficienza energetica. L’impegno ha il fine di ridurre il consumo di fonti fossili e la produzione di biocarburanti di seconda generazione, tra cui il biometano ottenuto dai rifiuti organici.

Il segreto del successo di questa edizione

Anche quest’anno la Fiera Ecomondo è stata un successo. 116.131 visitatori, +10% rispetto al 2016. D’altronde, l’appuntamento era di quelli importanti e i numeri sono significativi:

  • 1.200 espositori
  • 113.000 mq di area espositiva
  • 12.000 presenze internazionali
  • 200 eventi
  • 11.000 professionisti
  • 162 milioni di contatti media.

Quattro giornate decisamente intense, vissute sulla condivisione della conoscenza di tecnologie e strategie che mirano al riutilizzo. Ecomondo e Key Energy hanno presentato gli esempi concreti di aziende, città e istituzioni che hanno applicato i principi dell’economia circolare ai numerosi visitatori, così da farli immergere in uno scenario reale e alla portata di ogni impresa.
La Fiera ha dato la possibilità agli ospiti di vedere come la circular economy sia uno strumento per realizzare progetti e processi industriali efficienti, per riqualificare i siti inquinati e gestire in maniera ottimale le risorse idriche. Siamo sicuri che anche il prossimo anno, Ecomondo saprà stupire i suoi visitatori e renderli sempre più partecipi di grandi cambiamenti.

 
Condividi