Logo stampa
NOTIZIE

A Bologna il convegno di Hera per fare il punto sul biometano

Hera ha presentato il caso del proprio impianto per la produzione di biometano da rifiuti organici a sant'agata bolognese.

 
A Bologna il convegno di Hera per fare il punto sul biometano

Una combinazione di tre ingredienti: economia circolare, energie rinnovabili e gas. Si chiama biometano e indica una nuova strada per la tutela dell’ambiente e la crescita economica. Grazie alla sua potenzialità estremamente interessante lo scenario normativo sta maturando favorevolmente e per questo aziende, istituzioni e associazioni di categoria si sono incontrate per fare il punto della situazione.

Hera ha presentato il caso del proprio impianto per la produzione di biometano da rifiuti organici a Sant’Agata Bolognese, che entrerà in funzione nei prossimi mesi. A fronte di un investimento di oltre 30 milioni di euro, l’impianto si candida a diventare un’eccellenza a livello nazionale. A regime, in particolare, garantirà una produzione annua di 7,5 milioni di metri cubi di biometano e 20.000 tonnellate di fertilizzante naturale di alta qualità, con ricadute positive su diverse filiere economiche e soprattutto sull’ambiente, grazie a un risparmio annuo di circa 6.000 tonnellate di petrolio.

Il convegno, organizzato dal Gruppo Hera in collaborazione con il Comitato Italiano Gas, ha permesso di condividere esperienze e ricerche, anche alla luce di prospettive e opportunità che grazie al biometano si stanno aprendo su più fronti: dal trattamento dei rifiuti organici alla generazione e distribuzione di energia rinnovabile, passando per il rilancio della mobilità sostenibile e la produzione di fertilizzanti naturali che potrebbero dare nuovo impulso all’intero settore agroindustriale.

Dopo l’apertura dei lavori a cura del nostro Presidente Tommasi, sono intervenuti Alessandro Bratti, Direttore Generale ISPRA, che ha illustrato i nessi fra economia circolare, produzione di biometano da rifiuti e modelli di business, e Giordano Colarullo, Direttore Generale Utilitalia, che ha presentato le attività dell’Osservatorio Biometano.

Per Herambiente è intervenuto l’amministratore delegato Andrea Ramonda partecipando alla tavola rotonda dal titolo “Quali possibili modelli di sviluppo del business biometano secondo il modello di economia circolare?” durante la quale sono state presentate le principali linee di sviluppo di Herambiente nell’ambito della produzione e valorizzazione del biometano.

 
Condividi